Super ammortamento 2018: Incentivi fotovoltaico per imprese

Cos’è il super ammortamento 130%?
Il super ammortamento al 130% è un misura introdotta con l’ultima Finanziaria.
Il suo scopo è quello di incentivare gli investimenti in beni materiali strumentali da parte delle imprese italiane, attraverso la possibilità di usufruire di una maggiorazione del 30% del costo di acquisto del bene.
Consentendo così un’attribuzione di quote di ammortamento e di canoni di locazione finanziaria più elevati.
A chi è destinato il super ammortamento 2018?
Il super ammortamento al 130% è destinato a soggetti titolari di reddito d’impresa e a professionisti con reddito di lavoro autonomo anche svolto in forma associata, residenti in Italia che con stabile organizzazione nel nostro paese fanno investimenti in beni strumenti.
Aumenta la competitività della tua azienda
Le aziende consumano energia durante le ore di luce, quando il fotovoltaico produce di più. L’energia prodotta può così essere istantaneamente utilizzata, sfruttando l’impianto a pieno regime.
Le spese per i consumi energetici incidono in modo sempre più significativo e aggravano i bilanci: un’attività produttiva costante durante tutta la giornata si traduce in consumi energetici elevati.
Per un impresa installare un impianto fotovoltaico: permette di ridurre le spese sulla bolletta elettrica, producendo autonomamente l’elettricità di cui si ha bisogno.
L’incentivo fiscale insieme al fotovoltaico permette di ridurre in maniera importante l’investimento e velocizzare i tempi di rientro.

GSE - Rapporto Verifiche e Controlli anno 2017

Il GSE ha pubblicato i dati delle attività di verifica e controllo relative all’anno 2017 (Documento completo in fondo all’articolo). L’attività di verifica e controllo del GSE non sembra arrestarsi e anche nel 2017 si conferma il trend in negativo per i proprietari di impianti fotovoltaici. Vediamo una prima sintesi dei dati pubblicati dal GSE.
In oltre metà dei casi (54,7%) l’esito è stato negativo o parzialmente negativo, perché il GSE ha riscontrato delle irregolarità. In totale, quindi, le violazioni accertate ammontavano a 4.212 considerando le diverse categorie di tecnologie/interventi.
Guardando più da vicino il FV, il Gse ha concluso 3.051 procedimenti per questa tecnologia, di cui 1.171 – 38% circa del totale – hanno avuto un esito negativo o parzialmente negativo con più di 2.400 violazioni accertate.

Adempimenti per impianti fotovoltaici: le scadenze di Marzo 2018

Elenchiamo di seguito gli adempimenti obbligatori relativi agli impianti fotovoltaici con potenza superiore a 20 kW.

AGENZIA DELLE DOGANE:va presentata la DICHIARAZIONE DI CONSUMO per l’anno 2017, pena l’ammenda da 500 fino a 3.000 euro da parte dell’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e, nei casi di prolungata inadempienza, la sospensione da parte del GSE dell’erogazione della tariffa incentivante.

GSE: FUEL MIX: tutti i soggetti responsabili di impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kWp, che non operano in regime di Scambio Sul Posto, Cip 6/92 o incentivati con il Quinto Conto Energia con potenza fino a 1.000 kW, devono comunicare al GSE la quantità di energia elettrica prodotta nell’anno precedente.

AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico): RACCOLTA DATI TECNICI per produttori ed autoproduttori, che interessa gli operatori elettrici con potenza superiore a 100 kWp.

Il mancato o non corretto adempimento, può comportare sanzioni amministrative più o meno gravose da parte dei vari Enti. Per alcune tipologie di pratiche, il GSE, ha la facoltà di sospendere l’erogazione dell’incentivo fino all’avvenuto adeguamento.

Detrazioni fiscali del 50 e 65% confermate per tutto il 2018

Il 1° gennaio è entrata in vigore la Legge di Bilancio 2018, che prevede una serie di novità per quanto riguarda le detrazioni fiscali del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia e del 65% per interventi di risparmio energetico. Entrambe le misure sono state infatti estese fino al 31 dicembre 2018.

Tra le misure che beneficiano della detrazione fiscale del 50%, dedicata agli interventi di ristrutturazione di abitazioni e parti comuni degli edifici residenziali, è compresa l’installazione degli impianti fotovoltaici su tetto destinati al fabbisogno di energia elettrica dell’abitazione, con un limite massimo di 96mila euro per unità immobiliare, nonché dei sistemi di accumulo abbinati al solare.

Per i condomini, inoltre, le legge prevede la stabilizzazione dell’ecobonus del 65% fino al 202.

Infine, entra in scena una nuova detrazione, fino all’85%, per i lavori finalizzati alla riduzione del rischio sismico e contemporaneamente alla riqualificazione energetica effettuati nei condomini.

GSE: Nuove modalità operative per l'aggiornamento della rata di acconto

Al fine di assicurare una stima della producibilità quanto più possibile in linea con i valori di energia effettivamente prodotta, a partire dal mese di ottobre 2017 (con riferimento ai pagamenti previsti per il 2 gennaio 2018), il GSE effettuerà azioni di monitoraggio con cadenza trimestrale per tutti gli impianti incentivati e provvederà all’aggiornamento della rata di acconto sulla base dei dati più recenti di produzione trasmessi dai gestori di rete.

Pagina 3 di 13

CookiesAccept

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo