Delibera A.E.E.G. 786/2016: Novità riguardanti la taratura dei sistemi di protezione di interfaccia negli impianti fotovoltaici in BT ed MT.

Il 22 dicembre 2016 è stata pubblicata dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, la Delibera 786/2016/R/EEL.
Di seguito una sintesi della delibera in particolare per quanto riguarda le verifiche delle protezioni di interfaccia degli impianti di produzione (si invita comunque a consultare la normativa nella sua interezza).

VERIFICHE PERIODICHE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA
Le verifiche periodiche previste per le protezioni di interfaccia di impianti connessi alle reti BT e MT e regolate dalle norme CEI 0-21 e CEI 0-16 si applicano agli impianti di potenza superiore a 11,08kW.
Le prime verifiche di cui al comma 2.1 successive all’entrata in vigore della presente deliberazione sono effettuate:

a) nel caso di impianti di produzione connessi alle reti di media e bassa tensione entrati in esercizio dall’1 agosto 2016, entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio;

b) nel caso di impianti di produzione connessi alle reti di media e bassa tensione entrati in esercizio dall’1 luglio 2012 fino al 31 luglio 2016, entro l’ultima data tra:
i. il 31 marzo 2018;
ii. 5 anni dalla data di entrata in esercizio;
iii. 5 anni dalla precedente verifica documentata effettuata prima dell’entrata in vigore della presente deliberazione;

c) nel caso di impianti di produzione connessi alle reti di media e bassa tensione entrati in esercizio dall’1 gennaio 2010 fino al 30 giugno 2012, entro l’ultima data tra:
i. il 31 dicembre 2017;
ii. 5 anni dalla precedente verifica documentata effettuata prima dell’entrata in vigore della presente deliberazione;

d) nel caso di impianti di produzione connessi alle reti di media e bassa tensione entrati in esercizio fino al 31 dicembre 2009, entro l’ultima data tra:
i. il 30 settembre 2017;
ii. 5 anni dalla precedente verifica documentata effettuata prima dell’entrata in vigore della presente deliberazione.

In caso di mancata effettuazione delle verifiche periodiche, il gestore di rete, durante il primo mese successivo alla scadenza, invia un sollecito ai clienti per l’effettuazione delle verifiche, tramite il portale informatico previsto dal TICA ovvero a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno ovvero a mezzo posta elettronica certificata.

Nel caso in cui i soggetti interessati non abbiano provveduto all’effettuazione delle verifiche entro un mese dal ricevimento del sollecito, il gestore di rete informa il GSE che provvede a sospendere l’erogazione degli incentivi qualora previsti e le convenzioni di scambio sul posto e di ritiro dedicato ove presenti.

Vai alla news sul sito dell'A.E.E.G
Download delibera A.E.E.G. 786/2016

GSE: avviati i controlli relativi alle pratiche antimafia

In questi giorni il GSE sta completando i controlli relativi al corretto completamento della pratica antimafia.

Ricordiamo che il GSE, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 99, comma 2-bis del D. Lgs. 159/2011, ha l’obbligo di acquisire d’ufficio, tramite le Prefetture, la documentazione antimafia per tutti gli operatori che ricevono incentivi dal GSE per un importo superiore a €150.000, calcolato per l’intera durata del periodo incentivante.

La scadenza per l’invio di tale documentazione era fissata al 30 Aprile 2015, ora con il ritardo a cui ci ha abituato, il GSE sta provvedendo a completare i controlli a tappeto su tutti gli operatori tenuti all’invio di tale documentazione e per ogni inadempienza o incompletezza, dà 30 giorni per regolarizzare la pratica. Se al raggiungimento del 31° giorno non viene fornito al GSE quanto richiesto, il gestore procede con la sospensione di tutti gli incentivi.

Nuovenergie è Tesla Certified Installer!

Dal 18/11/2016 NUOVENERGIE è TESLA CERTIFIED INSTALLER!

Tesla Powerwall
Le batterie Tesla sfruttano l'abbondante energia solare e riducono la nostra dipendenza dai combustibili fossili. I proprietari di una casa, le imprese e gli impianti di distribuzione possono contare sui sistemi Tesla per aumentare in modo affidabile l'utilizzo di energie rinnovabili e promuovere un ecosistema con energia pulita. I pannelli solari ad uso domestico convertono l'energia solare in energia elettrica per la tua casa.

Massimizza il tuo investimento Powerwall con i pannelli solari La produzione di energia solare è al massimo durante il giorno e spesso la quantità di energia prodotta supera il fabbisogno di energia elettrica della casa. Powerwall è stato progettato per integrarsi perfettamente con i pannelli solari e immagazzinare l'energia inutilizzata, mettendola automaticamente a disposizione quando il sole non c'è. Powerwall consente di sfruttare l'energia solare come fonte energetica 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Combinando i pannelli solari e Powerwall è possibile moltiplicare i vantaggi economici dell'energia solare e ridurre l'impatto ambientale.

Vai al sito Tesla

Delibera A.E.E.G 424/2016: novità per quanto riguarda la semplificazione delle procedure e delle condizioni tecniche ed economiche per la connessione alle reti degli impianti di produzione di energia elettrica

Con il presente provvedimento, dando seguito al documento per la consultazione 234/2016/R/eel, vengono apportate alcune modifiche e innovazioni al TICA, ulteriori rispetto a quelli già definiti con le deliberazioni 400/2015/R/eel e 558/2015/R/eel, sia in termini di semplificazione, sia in termini di implementazione di nuovi flussi informativi su Gaudì in relazione allo stato degli impianti di produzione.
Vengono inoltre aggiornati e modificati i corrispettivi per l'ottenimento del preventivo per la connessione di impianti di produzione:

potenze in immissione richieste fino a 6 kW: € 30 + IVA 22%;
potenze in immissione richieste superiori a 6 kW e fino a 10kW: € 50 + IVA 22%;
potenze in immissione richieste superiori a 10 kW e fino a 50kW: € 100 + IVA 22%;
potenze in immissione richieste superiori a 50 kW e fino a 100 kW: € 200 + IVA 22%;
potenze in immissione richieste superiori a 100kW e fino a 500 kW: € 500 + IVA 22%;
potenze in immissione richieste superiori a 500kW e fino a 1.000 kW: € 1.500 + IVA 22%;
potenze in immissione richieste superiori a 1.000 kW: € 2.500 + IVA 22%;

Vai alla news sul sito dell'A.E.E.G
Download delibera A.E.E.G. 400/2015
Vai alla news sul sito di E-Distribuzione

Norma CEI 0-21, edizione luglio 2016


Le principali novità della nuova edizione della Norma CEI 0-21 riguardano l'allineamento con quanto previsto dalla Norma CEI EN 50438 sui generatori fino a 16 A, che ha di fatto comportato l'estensione del campo di applicazione delle prescrizioni relative agli utenti attivi anche agli impianti di generazione con potenza nominale inferiore a 1 kW e alcune modifiche relativamente al Sistema di Protezione di Interfaccia, nonché ai servizi di rete da erogare da parte dell'inverter.

Inoltre, è stata aggiornata la definizione di sistemi di accumulo, coordinandola con quanto previsto dalle vigenti disposizioni regolatorie; sono altresì state definite nell'Allegato Bbis le modalità di prova per la verifica della rispondenza ai requisiti normativi dei medesimi sistemi di accumulo.

L'obbligatorietà dell'Allegato Bbis, nonché delle prescrizioni derivanti dall'applicazione della CEI EN 50438 per quanto richiamato nella presente Norma, sarà regolata da successivo provvedimento dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico.

Pagina 5 di 13

CookiesAccept

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo